Ecco come modificare il tuo dialogo interno negativo!

Sono sempre la solita!

Perché succede sempre a me?

Che stupida!!!

Non valgo abbastanza!

Come sempre ho sbagliato di nuovo!

Non merito niente.

E’ capitato anche a te di rivolgerti queste frasi? Tendi a sgridarti quando qualcosa va storto? Sei abituata a guardare solo gli aspetti negativi tanto da aver perso di vista i tuoi valori?

Non preoccuparti, è possibile trasformare un dialogo interno negativo in un dialogo positivo. Ecco come fare!!!

Ma cos’è il dialogo interno?

Mi riferisco a tutte quelle volte che parli silenziosamente tra te e te o pensi ad alta voce.
Negli ultimi anni diverse ricerche hanno dimostrato come un dialogo interno negativo è fonte di emozioni negative e tende ad influenzare i nostri atteggiamenti in determinate situazioni.
Per questo è importante trasformare il tuo dialogo negativo in positivo!

Sii più gentile con te stessa.

Fanno parte del nostro dialogo interno tutte le credenze, i valori e i pensieri automatici che nel corso della nostra vita abbiamo formato in base alle esperienze vissute. Questi non dipendono dalla capacità riflessiva che ognuno di noi possiede ma si formano in modo autonomo in determinate situazioni. Si tratta di credenze ben radicate nella persona ed è grazie ad esse che si interpreta la realtà, una realtà che non ci piace e che ci rende infelici a causa del meccanismo della “profezia che si autoavvera”. La loro principale caratteristica è di non essere immediatamente visibili.

Voglio tranquillizzarti, avere un dialogo interno negativo non dimostra che hai qualcosa che non va, ma solo che sei un essere umano.
Quindi la prima cosa da fare è accettarlo! Certamente non sarà facile modificare quelle che sono ormai abitudini ben radicate.. sta a TE decidere di cambiare!

Ecco 4 passi per  modificare il dialogo interno negativo

  1. Identifica i tuoi pensieri negativi:
    Scrivili su un foglio bianco così di averli bene in vista.
  2. Crea dei pensieri opposti, gli antagonisti dei pensieri negativi:
    Adesso dovrai sforzarti di ammettere a te stesso che i tuoi pensieri negativi non sono dei fatti ma delle ipotesi, delle congetture che TU hai generato. Pensa ora a delle possibili alternative, contrarie rispetto i pensieri negativi, per questo li chiameremo antagonisti. Scrivili sempre sul tuo foglio bianco.
  3. Valuta tutte le prove che supportano gli uni e gli altri:
    Ora è arrivato il momento di essere il più obiettivo possibile e valutare dettagliatamente tutti i pro e i contro dei pensieri negativi e dei suoi antagonisti. Non lasciarti influenzare dalle tue emozioni.
  4. Elabora pensieri adattivi:
    Sulla base della tua valutazione cerca di generare dei pensieri adattivi.

Come ti dicevo, si tratta di cambiare le proprie abitudini. Modificare i propri atteggiamenti e comportamenti è certamente una delle imprese più difficili.

Per questo motivo esistono alcuni esercizi pratici da attuare nell’immediato, ogni qualvolta si presentano questi pensieri. Se ti interessa approfondire l’argomento sono felice di chiarire ogni tuo dubbio o consigliarti qualche altro esercizio.

Resta in contatto!